Microfoni a nastro e sezione archi

Ho incontrato Mario Gentili, fondatore di LayerBows, violinista e sound engineer per provare a riparare i suoi 2 ribbon B&O di cui ho parlato in qualche post precedente e con l'occasione gli ho proposto di provare il nostro Vintage Ribbon e confrontarlo con un Oktava ML-52 già a disposizione dello studio. 

LayerBows è uno studio di professionisti che offre suoni e performance di altissimo livello registrando esclusivamente 'strings' o sezione archi per musica e cinema.

Mario ha inciso una parte di violino contemporaneamente con i due microfoni e mi ha mandato i sound files per fare un ascolto ed una valutazione. 

Di seguito le due incisioni ed il grafico di risposta in frequenza:

Il grafico di risposta è molto simile, ma la differenza principale tra le due incisioni, sostanziale in questo tipo di ripresa, è che la risposta del nostro microfono a nastro rende il suono del violino più gentile rispetto all'Oktava, ammorbidendo la componente stridula tipica dello strumento.

Per la cronaca LayerBows e Mario hanno scelto Braingasm.


Beyer M260

Questo ribbon della Beyerdynamic è unico nel suo genere, non tanto per la sua figura ipercardioide ma per il modo in cui è corrugato il nastro. Infatti, al contrario della gran parte dei suoi colleghi il nastro è corrugato orizzontalmente in una tecnica detta 'Piston Corrugation'. Maggiori dettagli su questa tecnica qui.

Il microfono è in buone condizioni, arrivato in laboratorio per un problema di ronzio. Una veloce ispezione non ha evidenziato difetti o malfunzionamenti, è bastato smontarlo e rimontarlo per eliminare il difetto. So far so good (so what!).